Danza

Cultura,Non categorizzato

Con le sue combinazioni di influenze indigene, africane ed europee, la regione sud-est del Brasile possiede una cultura diversificata, riflessa nelle sue danze e nei suoi ritmi più popolari. I più famosi sono:

Samba
Il samba è la danza brasiliana più conosciuta, cui tradizione musicale ha avuto origine dagli africani che arrivarono in Brasile durante il periodo della schiavitù. Emerso per la prima volta in Bahia, ma ha guadagnato popolarità in tutto il paese, specialmente a Rio de Janeiro, conosciuta come la Terra del Samba. Nella Cidade Maravilhosa, come viene chiamata Rio, il samba ha catturato l’immaginazione brasiliana incorporando influenze di altri stili musicali come il maxixe, la polca e altri ancora. Estremamente popolare oggi, è la danza ufficiale del più grande carnevale del mondo, che si tiene annualmente a Rio. Il suo derivato, Samba de Roda, ha avuto origine in Bahia, ma si è diffuso nella regione sud-est. I ballerini si organizzano in un cerchio mentre cantano e battono le mani. Gli strumenti utilizzati includono il berimbau, le congas, i sonagli e i pandeiros.

Pagode
Molto popolare a São Paulo e a Rio, il pagode è una variante del samba che è emersa per la prima volta negli anni ’80. È caratterizzato dalla sua semplicità, dai temi ricorrenti di lamento e romanticismo, e da un ritmo più lento rispetto al samba.

Funk
Prodotto dalle strade di Rio, lo stile funk carioca è diventato popolare in tutto il paese negli ultimi decenni, con alcune delle sue stelle che hanno raggiunto la fama internazionale. Inizialmente ispirato ai ritmi del Miami Bass degli anni ’80, oggi è associato alla sua danza e alle sue parole notoriamente esplicite e sessualizzate.

Bossa Nova
Un’altra derivazione del samba, ma con un tocco di jazz americano, la Bossa Nova aveva a che fare con la scena bohémien di Rio e ha visto il suo apice negli anni ’50. Alcuni degli artisti più importanti del Brasile erano sostenitori della Bossa Nova, che enfatizza il tocco delicato della chitarra e segue il ritmo di un samba lento. Forse l’esempio più famoso è il classico “Garota de Ipanema” di Tom Jobim.

Xiba
Una volta un grande successo nello stato di Rio de Janeiro, il ritmo è meno conosciuto oggi. Lo xiba viene ballato con zoccoli speciali, con i ballerini che formano un cerchio. Le donne cantano frasi brevi, mentre gli uomini battono i loro zoccoli e fanno molto rumore.

Dança do tamanduá
In questa danza tradizionale dello stato di Espírito Santo, uomini e donne formano un cerchio con una persona al centro, e tutti seguono la guida di questa persona. La musica è improvvisata e inizia con un cantante.

Caxambu
Questa danza tradizionale dello stato di Minas Gerais è eseguita da uomini e donne, non necessariamente in coppia. Una persona entra nel centro di un cerchio formato dagli altri partecipanti, agendo come coreografo. I partecipanti intonano canti e suonano tamburelli fatti di tronchi d’albero.

Mineiro-pau
Un’altra danza dello stato di Minas Gerais, eseguita da uomini. Utilizzano bastoni di legno e alternano tra formare cerchi e file mentre picchiano i loro bastoni sul pavimento. Questi ritmi hanno nomi specifici, come ‘a quattro’, ‘in su’ e ‘in giù’.

Jongo
Un’eredità africana e difuso a São Paulo, è caratterizzata da un cerchio di ballerini maschi e femmine. Un solista canta una canzone mentre gli altri battono le mani e si muovono al ritmo di tamburelli e sonagli.

I ritmi e le danze della regione nord est sono talmente variegati che richiedono una sezione molto più ampia per descriverli. Qui scoprirai alcune delle caratteristiche culturali più popolari e famose di questa regione del Brasile, molte delle quali hanno radici storiche piene di simbolismo:

Baião
Originario del sertão ( una vasta regione semi-arida del nord est), il baião è ora conosciuto in tutto il Brasile, grazie al musicista Luiz Gonzaga nato a Pernambuco e che suonava la fisarmonica. Il suo primo grande successo è del 1946 ed è stato un pioniere in questo genere musicale e aprì le porte affinché altri artisti simili guadagnassero fama e fortuna. Con il suo ritmo binario e melodie accattivanti, accompagnato dalla fisarmonica, da agogô e dal triangolo, è ancora molto presente. La danza viene eseguita in coppia, con passi chiamati balanceios, passi del tallone, squat e giri. Le donne indossano abiti di cotone stampati adornati con volant, scollature generose e sandali colorati. Gli uomini indossano pantaloni jeans leggeri, camicie sobrie e sandali di cuoio grezzo.

Capoeira
La capoeira è un’espressione culturale utilizzata nelle arti marziali, nei giochi e nei rituali di danza. Arrivò in Brasile nel XVI secolo con gli schiavi angolani, che venivano portati principalmente in Bahia e in Pernambuco. Notabile per il livello di interazione dei partecipanti, che formano un cerchio intorno a coppie che si esibiscono, con scambi rapidi e calci acrobatici, capriole e giri, la capoeira viene eseguita accompagnata dai berimbaus, dai canti e da battere di mani. È popolare non solo in tutto il Brasile ma anche a livello internazionale.

Frevo
La principale attrazione del carnevale di Pernambuco, il frevo è una danza collettiva nota per la sua marcia sincopata, impetuosa, che continua finché i ballerini non bollono – ‘bollire’, in portoghese, e gli abitanti hanno un modo distinto di pronunciare la parola, che spiega la grafia leggermente diversa. La danza è simboleggiata da un ombrello, che impedisce ai ballerini di perdere l’equilibrio. Curiosamente, la danza tratta dell’individualità; non ci sono passi definiti, e tutti ballano a modo loro. È raro vedere due persone ballare allo stesso modo, rendendo lo spettacolo ancora più interessante.

Maracatu
Il maracatu, come altri ritmi è arrivato in Brasile dall’Africa, originandosi nelle cerimonie di incoronazione del Congo, per dimostrare forza e potere. Il ritmo segue il ritmo della percussione, iniziando con un baque virado. La danza ha un significato storico importante, poiché simboleggia la resistenza alla schiavitù. Oggigiorno, il maracatu è molto difuso durante il periodo di Carnevale a Pernambuco.

Reisado
Di origine portoghese e famoso in Piauí, il reisado viene chiamato così perché è celebrato alla vigilia dell’Epifania. Tra il 24 dicembre e il 6 gennaio, un gruppo di musicisti, cantanti e ballerini va di porta a porta annunciando l’arrivo del Messia, lodando coloro che aprono le porte. La danza è apparsa per la prima volta in Brasile nello stato di Sergipe durante la colonizzazione portoghese, e oggi può essere ballata in qualsiasi momento dell’anno, con i temi che ruotano intorno all’amore, alla guerra e alla religione, tra altri. Una performance di reisado presenta di solito un gruppo specifico di personaggi, come un re, un maestro, un caposquadra e giovani, che si esibiscono al accompagnati da fisarmonica,  reco-reco, tamburello e triangolo.

Cateretê
Conosciuto anche come catira, il cateretê è una danza indigene molto utilizzata dal missionario Padre Anchieta, che traduceva testi cattolici in tupi, mentre gli indigeni ballavano e cantavano musica religiosa. Non ci sono costumi tradizionali; gli artisti indossano i loro vestiti di tutti i giorni. Ogni regione ha la sua versione della danza, ma in genere ci sono due file, con uomini da un lato e donne dall’altro, che battono i piedi al ritmo delle mani e delle chitarre mentre i chitarristi cantano.

Congada
Popolare in molti stati, la congada proviene dal cattolicesimo, mescolato con racconti africani del re di Angola, Gola Bândi. La presentazione racconta la storia degli schiavi con poteri magici, capischiave, damigelle d’onore e guerrieri, che scortano il re e la regina in chiesa, dove vengono incoronati. Durante la processione, i ballerini eseguono movimenti di guerra, al suono di chitarre, congas e reco-reco.

Coco
Una danza di origine africana, molto tradizionale nello stato di Alagoas, il coco è ora famoso in tutto il nord est, dove viene chiamato con nomi diversi. Di solito è cantato e accompagnato dal battere dei piedi o dal trotto degli zoccoli dei cavalli. Il coordinatore intona canzoni tradizionali, che i cantanti ripetono.

Xaxado
Una danza popolare del sertão, il xaxado ha ricevuto il suo nome grazie al suono fatto dalle scarpe indossate dai cangaceiros (uomini che attraversavano armati e in bande il sertão) che celebravano le vittorie del gruppo di Lampião, il cui leader era conosciuto come il Re del Cangaço. Originariamente una danza esclusivamente maschile, con versi satirici cantati al ritmo veloce di un fucile sul terreno, Luís Gonzaga ha reso popolare il genere, suonandolo in radio, TV e teatri.

Maculelê
Tradizionale in Bahia, il maculelê ebbe origine con i colonizzatori ed era una forma di celebrare un buon raccolto. È eseguito da uomini che ballano e cantano sotto gli ordini di un capo chiamato mascote, che comanda il coro al suono di bastoni, congas, tamburelli e chitarre.

Forró
Un altro ritmo diventato famoso in tutto il Brasile negli anni ’40, grazie a Luiz Gonzaga, il forró ispira varie storie sulle origini del suo nome: alcuni dicono che si riferisca al termine africano forrobodó, che significa festa, confusione; altri dicono che abbia a che fare con le leggendarie feste “For All”, organizzate dagli ingegneri inglesi che lavoravano nelle ferrovie del nord est, che costruirono la Great Western Railway all’inizio del 1900. Qualunque sia l’origine del suo nome, ciò che conta è se puoi ballare o meno. I suoi ‘due passi in avanti – due passi indietro’ al suono del grande tamburo zabumba, del triangolo e della fisarmonica sono diventati così popolari che il suo nome è sinonimo del tipo di festa dove si può ballare il ritmo. 

La regione sud del Brasile è nota per il grande numero di immigrati europei che arrivarono soprattutto dalla Germania, dall’Italia e dal Portogallo negli stati di Rio Grande do Sul, Paraná e Santa Catarina, che si sono mescolati con i brasiliani che arrivarono da altri stati, oltre ad adottare influenze dall’Uruguay e dall’Argentina nelle regioni Gaúchas. Il sud del Brasile possiede una serie di danze tradizionali, ecco le principali:

Vaneirão/Vaneira/Vaneirinha
Comune in Rio Grande do Sul, ha avuto origine a Havana, Cuba. Il nome cambia a seconda del ritmo – se è lento, è Vaneirinha; veloce, Vaneirão e moderato, Vaneira. I passi si basano su un passo di due, con quattro movimenti in ogni direzione.

Chimarrita
Una danza tradizionale portoghese, arrivata nel Rio Grande do Sul durante il XIX secolo. Inizialmente, assomigliava a un valzer,  nel tempo, le coppie hanno cominciato a ballare in altre direzioni, separatamente. A volte, le coppie ballano insieme in un movimento più conosciuto come ‘due qui e là’. In alcuni movimenti, l’uomo, conosciuto come peão, e la donna, chiamata prenda, flettono leggermente le ginocchia.

Milonga
Diffusa in Argentina e Uruguay, la milonga è accompagnata da una chitarra e altri strumenti in Rio Grande do Sul. La milonga di questa regione assomiglia a un tango, ma è più lenta e romantica. Esistono tre forme di danza:

Havaneirada (sugli stessi passi di una vaneira)
Tangueada (un ritmo marciante)
Rio-grandense (un passo di due/uno)

Chula
Eseguita solo da uomini, un fazzoletto è posto a terra e tre ballerini si mettono attorno ad esso. Battono i piedi e dopo che una specifica routine è stata eseguita al suono di un fisarmonicista tradizionale, il prossimo ballerino entra in scena, con ogni artista rendendo gradualmente le cose più difficili. Il vincitore è quello che esibisce la routine più difficile.

Dança do Pezinho
Di origine portoghese, è popolare in Rio Grande do Sul e Santa Catarina. Oltre a ballare, gli artisti devono cantare al ritmo della musica accompagnante.

Boi de Mamão
Anche conosciuto come bumba-meu-boi, boi-bumbá, boi-de-cara-preta, tra altri. In Santa Catarina, la danza è più giocosa e rilassata rispetto al nord e al nord est.

Dança do Vilão
Fa parte del folclore di Santa Catarina. La danza ha diverse caratteristiche, tra cui landmark, battitori e musicisti – molto simile alla danza dello stato di Goiás. I partecipanti segnano il ritmo con i loro bastoni e si muovono intorno l’uno all’altro. Il movimento dei bastoni fa parte dello spettacolo.

Ballina
Anche conosciuta come Arcos Floridos o Jardineira, poiché gli artisti portano un bouquet di fiori. All’inizio della danza, le coppie formano una linea e passano i loro bouquet sopra e sotto le altre coppie. Poi, gruppi di quattro coppie eseguono un insieme diverso di passi formando un cerchio e incrociando i loro archi, formando le balainhas.

Pau-de-Fitas
Tradizionalmente portata dai coloni tedeschi nella regione, la danza inizia con un palo di 3 m, dove si attaccato una serie di nastri colorati. Deve esserci un numero pari di artisti, ognuno dei quali tiene un nastro che può portare intorno al palo. La danza fa sì che i nastri formino schemi mentre gli artisti si muovono intorno al palo. Strumenti come chitarre piccole, tamburini, fisarmoniche e chitarre regolari vengono utilizzati durante la presentazione.

Fandango
Comune lungo la costa del Paraná, il fandango ha origini iberiche, essendo stato portato dai portoghesi. Arrivata in Brasile, la danza è stata influenzata dalle tradizioni indigene locali. È anche popolare negli stati di Santa Catarina, Rio Grande do Sul e São Paulo. Strumenti come chitarre, tamburini e violini vengono suonati, e i testi sono improvvisati. Gli artisti formano un cerchio e ballano un valzer al ritmo di mani e calci.

Danze tedesche e italiane
Le influenze tedesche e italiane nella regione sud possono essere facilmente osservate nelle danze eseguite nei festival tradizionali tenuti in tutta la regione, come l’Oktoberfest a Blumenau, Santa Catarina, e il Festival dell’Uva, a Bento Gonçalves, Rio Grande do Sul.

Tags:

brasile, brasiliano, cultura, danza

Condividete:

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.