Regione centro-occidentale del Brasile

Destinazione

Regione centro-occidentale del Brasile

Il Centro-Ovest è composto dagli Stati di Goiás, Mato Grosso e Mato Grosso do Sul (separato dal Mato Grosso nel 1979), più il Distretto Federale, dove si trova Brasilia, la capitale nazionale. Fino al 1988, lo Stato di Goiás comprendeva l'area che è diventata lo Stato di Tocantins, nel nord. Il Centro-Ovest si estende per 1.612.077 km² (622.426 miglia quadrate) e copre il 18,9% del territorio nazionale. Il suo bioma principale è il cerrado, la savana tropicale in cui la prateria è parzialmente coperta da arbusti contorti e piccoli alberi. Il cerrado è stato utilizzato in passato per l'allevamento del bestiame, ma ora viene utilizzato anche per la produzione di soia. Ci sono foreste lungo i fiumi e i torrenti e alcune aree più grandi di foresta più densa, la maggior parte delle quali è stata disboscata per l'agricoltura e l'allevamento di bestiame. Nel nord, il cerrado si fonde con la foresta pluviale. Comprende anche il Pantanal a ovest, noto per la sua fauna selvatica, soprattutto uccelli acquatici e caimani. All'inizio degli anni '80, il 33,6% della regione era stato alterato da attività antropiche, con un minimo del 9,3% nel Mato Grosso e un massimo del 72,9% nel Goiás (escluso il Tocantins). Nel 1996, la regione Centro-Ovest contava 10,2 milioni di abitanti, pari al 6% della popolazione totale del Brasile. La densità media è bassa, con concentrazioni nelle città di Brasilia, Goiânia, Campo Grande e Cuiabá e dintorni. Il tenore di vita è inferiore alla media nazionale. Nel 1994, il reddito pro capite più alto era quello del Distretto Federale, pari a 7.089 dollari (il più alto del Paese) e il più basso quello del Mato Grosso, pari a 2.268 dollari.